Molise: i borghi delle Mainarde

 

Molise: i borghi delle Mainarde

L'area delle Mainarde fa parte del Parco Nazionale D'Abruzzo.

Con cime che superano i 2000 metri ricchi di faggete, i campi carsici e le forre disegnano un ambiente integro e aspro, che contrasta nettamente con gli oliveti e i campi che circondano i paesi sottostanti.

Le Mainarde, come il resto delle montagne appenniniche, sono molto antiche e di origine calcarea erose dai venti e dalle acque che hanno formato gole, calanchi e bellissime marmitte dei giganti.

Ai piedi delle Mainarde scorre il Volturno, uno dei "fiumi sacri" d'Italia e tra i principali corsi d'acqua del Mezzogiorno.

Le "fonti del Volturno", da cui partiva il famoso acquedotto augusteo di Venafro, grandiosa opera di ingegneria idraulica, rappresentano ancor oggi un luogo di grande suggestione.

Disseminati sul territorio e quasi sempre arroccati sui colli si trovano piccoli nuclei urbani sorti su precedenti impianti romani, spesso abbandonati e poi ricostruiti in epoca medioevale.

La maggior parte dei borghi conserva ancora perfettamente leggibile l'antica struttura medioevale: le porte di accesso, le mura, le dimore signorili, le chiese.