In giro per i monti Picentini.

di Vincenzo “Werwolf” De Rosa

Capitano, per fortuna, ancora delle giornate nelle quali tutti gli elementi sembrano concordare per dare ai comuni mortali dei momenti di significativa serenità.

Uno di questi è sicuramente la moto passeggiata di Sabato Santo su per le valli del Picentino. Dieci moto al gran completo si sono date appuntamento all’ area di servizio di San Mango Piemonte.

Un bellissimo colpo d’ occhio si è presentato alla partenza: quello di un gruppo unito e coeso dalla voglia di stare insieme in quello spirito di condivisione tipico dei cavalieri erranti.

Lasciata a Contursi le vie c.d. “comode,  ci siamo inerpicati verso Quaglietta dove non poteva non attenderci… un castello incantato che domina , di fronte ai contrafforti degli Alburni, la sottostante spettacolare valle. Che spettacolo. Però noi puntavamo più in alto.

Ci siamo inerpicati sotto la magistrale guida del nostro “Cesare”  testando, come di consueto, in percorsi a difficoltà variabile, il nostro essere all’ altezza dei mezzi cavalcati.

Questo itinerario ci ha portati ad un Santuario situato a circa 1500 metri dove abbiamo consumato… una, chiamiamola, “colazione a sacco “ : frittate, verdure, pastiere, buon vino, dolci pasquali…all’ aria pura. Che bello.
Il nostro successivo iter, a cavallo tra le province di Salerno ed Avellino, ci ha condotto, come l’ anno scorso, ad Acerno.

Abbiamo reincontrato le simpatiche ragazze del bar di fronte alla chiesa… e le loro fragoline di bosco. Dopodiché.. sulla via del ritorno via Montecorvino e Pontecagnano. Un solo rammarico… a parte l’ assenza di “Frittaton Pirone”… il fatto che una giornata così bella sia finita! Un abbraccio e Buona Pasqua dal vostro “cronista”.

Lascia un commento

Questo sito Web utilizza cookies. Continuando a utilizzare questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookies.