Chimay, l’onore di essere ospiti dei monaci trappisti

Alla seconda edizione del Trappist Tour del 2015 volevamo dare un ulteriore tocco di unicità, un “dettaglio” che avrebbe consentito di fornire all’evento quel  sapore di unico e speciale.

E così ci siamo presentati alla corte dei monaci trappisti di Chimay, una delle 13 birre trappiste al mondo, forse la più rinomata e diffusa in tutto l’emisfero.

Abbiamo presentato loro la nostra associazione,  la nostra missione, i progetti in atto, quelli già completati ed il valore turistico, sociale ed umanitario che erano alla base del Trappist Tour 2015 ReloADV; e dopo mesi di scambio di email, telefonate ed informazioni con i responsabili commerciali dell’organizzazione trappista siamo stati accettati come loro graditi ospiti a far visita alla loro prestigiosa Abbazia di Notre-Dame de Scourmount.

Non è consentito a tutti di poter accedere all’Abbazia, dentro la quale si produce la rinomata birra secondo le tradizioni e i canoni imposti dall’organizzazione che regolamenta i birrifici trappisti, delle migliaia di domande che ricevono ogni anno, i responsabili effettuano una accurata selezione ed individuano i meriti di chi accogliere o meno come loro ospiti.

E noi ci siamo riusciti.

I motivi del nostro viaggio bene si sposavano con quelli che sono i principi e  fini caritatevoli dei monaci trappisti, soprattutto quello di destinare gli utili delle nostre attività a favore di conclamante cause sociali ed umanitarie. Quindi senza alcun profitto.

Il 22 Giugno il responsabile commerciale europeo della Chimay ci ha accolti ed offerto il benvenuto al nostro arrivo in Vallonia.

L’accoglienza e la visita guidata in Abbazia per opera dei responsabili dell’organizzazione è stata veramente sublime; il clima che si respirava nei corridoi e nei locali di lavorazione della birra è stato  qualcosa di indescrivibile.

Al termine della visita, prima di riprendere il nostro cammino di rientro verso la Francia, siamo stati invitati a pranzo allo Chimay Restaurant, situato proprio fuori alle mura del complesso di Scourmount, dove abbiamo potuto degustare diverse pietanze, tra cui formaggi, rigorosamente preparati o cucinati con la birra trappista. Momento unico e pregiato del pranzo, la degustazione della bionda Chimay Gold, una birra speciale che viene servita solo spillata in quanto non pastorizzata e che non era possibile trovare altrove se non direttamente alla fonte.

Tutto il resto della storia resterà sempre nella memoria di coloro che hanno avuto il piacere di poterci essere.

#iMBCN #TrappistTour #2015 #Chimay

 

Lascia un commento